casa editrice la fiaccola


Nuovo passo avanti per SHARE NOWApp e sito per la società in cui sono confluite car2go e DriveNow

A neanche un anno dall'annuncio della nascita di un nuovo operatore per il servizio di car sharing, nato dalla fusione di due realtà attive da tempo non solo in Italia, SHARE NOW è pronta per annunciare l'arrivo, dal 12 novembre prossimo, della sua App, basata su un'attività immersiva di rebrand dello strumento informatico precedentemente collegato a car2go (che con DriveNow è andata a costituire l'offerta proposta dalla società lanciata nel febbraio scorso). Chi già utilizzava l'applicazione per il noleggio di vetture a marchio smart dovrà unicamente provvedere a un aggiornamento (nome utente e password, se richiesti, saranno quelli utilizzati in precedenza).

Diverso è il discorso per i clienti di DriveNow. A partire dalla data indicata saranno infatti indirizzati verso la nuova App SHARE NOW, scaricabile gratuitamente e senza necessità di effettuare ancora la registrazione. Al fianco dello strumento debutterà in contemporanea un inedito sito web dedicato.

Sul mondo di SHARE NOW leggi anche:

Per quanto attiene al discorso dell'integrazione delle flotte, occorre operare un distinguo: entro il primo trimestre 2020 è previsto di portarla a termine in quelle città dove car2go e DriveNow sinora hanno operato parallelamente ma in modalità distinta, ossia Milano, Berlino, Amburgo, Monaco, Colonia, Düsseldorf e Vienna. Il via avverrà dalla capitale austriaca.

Focalizzandoci sull'Italia, la situazione rimarrà invariata sino alla fine dell'anno. Nel concreto: chi desidera prenotare un'auto BMW o MINI nel capoluogo lombardo attraverso l'app DriveNow potrà continuare a farlo per il resto del 2019, dopodiché i modelli disponibili per i due Brand confluiranno sulla stessa piattaforma unica di gestione che ospiterà l'offerta di fortwo e forfour firmate smart.  

Lo step ulteriore nell'integrazione tra i servizi di car2go e DriveNow porterà, in aggiunta, a una variazione delle aree operative. A Milano è annunciata una crescita del 7 per cento sino a raggiungere i 123 chilometri quadrati ora percorsi dalle vetture in condivisione del Gruppo di Monaco di Baviera. Roma, Firenze e Torino manterranno al momento l'impostazione attuale. In caso di cambiamenti, i clienti saranno avvisati via newsletter e attraverso il sito web di SHARE NOW.    

"Stiamo compiendo gli ultimi passi decisivi - ha dichiarato il CEO della società Olivier Reppert - e nel prossimo futuro i nostri clienti trarranno pieno vantaggio dalla fusione di car2go e DriveNow. Una più ampia scelta di veicoli e una maggiore disponibilità renderanno il car sharing ancora più attraente, come parte integrata dei servizi di mobilità urbani. La nuova app, il sito web e la presenza del marchio sui veicoli permetteranno al brand SHARE NOW di diventare realtà".

Partner