Quali servizi per le flotte a noleggio?La risposta è contenuta nell'ultima ricerca del CVO di Arval Italia

Una ricerca per apprendere dalla viva voce dei diretti interessati quali servizi apprezzino particolarmente tra quelli offerti dalle società di noleggio e quali vantaggi sentano di trarre orientandosi su questa soluzione.

Sono i due poli entro cui si è mosso l'ultimo lavoro promosso dal Corporate Vehicle Observatory (CVO) di Arval Italia, piattaforma di ricerca importata dalla Francia e attiva nel nostro Paese dal 2005. Il metodo utilizzato è stato quello dell'indagine telefonica. Coinvolti 211 fleet manager.  

Le risultanze comunicate dalla società del Gruppo BNP Paribas indicano nel 'tempo' la grande variabile. La velocità, efficienza e semplicità proprie del noleggio consentono infatti di evadere rapidamente le pratiche connesse ai contratti sottoscritti, così da lasciare ampio spazio ai fleet manager per le attività connesse all'area professionale di competenza. 

I servizi del settore renting hanno ricevuto un giudizio medio più che buono (8.2) da parte del 93 per cento del campione complessivo; per la metà (45 per cento) il pacchetto non difetta di nulla -  è insomma completo - mentre per un altro 36 per cento quanto offerto al momento necessita di essere migliorati.

Per un ulteriore 16 per cento, infine, i contenuti proposti andrebbero ampliati. Non si tratta tuttavia di pecche 'a monte', giacché i servizi in aggiunta indicati risultano già inclusi nel piano contrattuale delle società di settore. Semplicemente a volte risultano poco conosciuti. 

Entrando più nel dettaglio, ai primi posti nella classifica dei contenuti del settore noleggio più apprezzati dai fleet manager si trovano:

  • manutenzione
  • assicurazione
  • assistenza 
  • servizi online
  • consulenza
  • telematica

In prospettiva l'interesse dei gestori di flotte aziendali si rivolge ai servizi a domicilio, in primis (voto medio del campione sentito: 8.3), la consegna del veicolo. Anche la presa e restituzione del mezzo dopo un intervento manutentivo (7.9) e la possibilità di ricevere assistenza senza essere costretti a spostare il mezzo rientrano tra i desiderata (7.6). Di poco staccati gli strumenti digitali per la valutazione e l'acquisto di mezzi usati.

La tecnologia elettrica non è esclusa dal panorama operativo dei fleet manager, che hanno dichiarato in larga parte di preferire il combinato tra noleggio del veicolo, disponibilità di colonnine per la ricarica e gestione delle batterie.

Particolarmente gradite sono risultate le App che permettono di individuare la posizione delle infrastrutture necessarie per l'approvvigionamento energetico, nonché lo status 'open', ossia la libertà di muoversi tra diversi provider per la fornitura di kiloWatt e le operazioni di ricarica. 

Manutenzione e assistenza sono stati anche indicati dai gestori di flotte aziendali ascoltati come i servizi più interessanti per la clientela consumer accanto alla formula all inclusive, grazie alla quale non si rischiano sorprese al momento della corresponsione del canone di noleggio. 

Partner