A #FORUMAutoMotive la verità sul dieselMentre i consumatori diffidano, le minori vendite fanno salire la CO2

"Dalla nostra analisi, basata sui più recenti studi in materia emerge con chiarezza, e al di là di ogni possibile strumentalizzazione, come il diesel sia un’alimentazione che può a ragione essere protagonista dell’evoluzione verso una mobilità sostenibile".

La dichiarazione è 'firmata' da Claudio Spinaci, Presidente di Unione Petrolifera, che, grafici alla mano, nel contesto dell'ultimo #FORUMAutoMotive a Milano, ha evidenziato come il miglioramento della qualità dell'aria passi necessariamente attraverso l'avvento di modelli ad accresciuta efficienza, inclusi quelli con serbatoio riempito a gasolio.

"Le alimentazioni diesel sono quindi parte della soluzione e non la causa del problema", ha ripreso Spinaci, che ha voluto sottolineare un dato: rispetto all'intero ciclo di vita del veicolo, il gasolio rappresenta la "soluzione più efficace e sostenibile, sia economicamente che socialmente, per traguardare gli obiettivi al 2030" in termini di riduzione di un climalterante come la CO2.

Sul lato inquinanti, si evince dalle analisi di Unione Petrolifera, le soluzioni tecniche adottate per i propulsori diesel di ultima generazione riducono le emissioni a valori prossimi allo zero, con cali del 95 per cento di NOx per una Euro 6 rispetto a una Euro 0 e del 96 per cento di PM rispetto a una Euro 1 (nel campo dei veicoli pesanti, una Euro VI emette 8 volte meno di una Euro III).

C'è di più: la riduzione nelle immatricolazioni di veicoli a gasolio rilevata nel primo bimestre del 2019 ha portato come conseguenza un incremento complessivo della quota media di anidride carbonica rilasciata nell'ambiente dalle nuove vetture acquistate.

(descrizione)

Sempre nel contesto di #FORUMAutoMotive, grazie allo studio 'Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?' realizzato da Doxa in esclusiva per il movimento di opinione, è stato messo in luce come i consumatori italiani abbiano perso molte delle proprie certezze nel momento di comprare un'auto, complici i provvedimenti sulla circolazione che penalizzano sempre più spesso anche le ultime proposte sul mercato, la 'crociata' contro il diesel e gli incentivi applicati ai modelli 100 per cento elettrici.

Alcuni dati: il 71 per cento del campione diffida dall'alimentazione a gasolio perché ha paura dei blocchi del traffico; la stessa (scarsa) predisposizione è propria di un 68 per cento, preoccupato addirittura che le principali case costruttrici ne arrestino a breve la produzione.

Allora, tutti orientati sull'elettrico? Secondo lo studio di AlixPartners illustrato il 18 marzo scorso in occasione di #FORUMAutoMotive, entro il 2025 un quinto delle vetture sul mercato europeo sarà o pura elettrica o ibrida plug-in.

"La situazione attuale dell’industria è molto difficile - ha dichiarato Dario Duse, Managing Director di AlixPartners - [...] costringe i costruttori sia a rilanciare soluzioni alternative per migliorare i livelli medi di emissione delle vetture vendute, come ad esempio il gas metano e il GPL, sia a investire in modo assai rilevante sull’elettrificazione, che presenta ancora margini di incertezza tecnologica ed economica."

(descrizione)

Il tema di una mobilità più green si lega al provvedimento di eco bonus-malus.

Prendendo parte alla sessione di approfondimento nel capoluogo lombardo, l'On. Dario Galli (Viceministro allo Sviluppo Economico) lo ha definito "forse un po' affrettato. Siamo intervenuti e lo stiamo facendo ulteriormente per migliorarlo. Nel tempo l’auto elettrica avrà la sua giusta nicchia di mercato, conquistando nuove quote di mercato. A livello di autonomia c’è ancora del lavoro da fare e intanto dobbiamo puntare anche su altre alimentazioni per ridurre le emissioni del nostro parco circolante."

Un punto sul quale occorre intervenire con urgenza sono i consumi, ma prima di tutto, ha ripreso l'On. Galli, "è necessario togliere dal mercato le auto più inquinanti e individuare misure per sostenere il ricambio del parco circolante, anche attraverso provvedimenti a sostegno della vendita di usato di ultima generazione."

Partner