casa editrice la fiaccola


Targa Telematics saluta un nuovo arrivoRoberto Moneda nominato Corporate Fleet Director per l'Europa

Sarà Roberto Moneda, giornalista professionista e manager di lungo corso, a rappresentare Targa Telematics in Europa dopo la sua nomina a Corporate Fleet Director per l'area continentale.

Vendite e Marketing (per un ventennio ha lavorato per aziende del ramo ICT - Information Communication Technology - quali Sony e Pioneer), prima di passare alla gestione delle flotte aziendali con incarichi dirigenziali in multinazionali (periodo 2011-2020), gli ambiti operativi che ne hanno forgiato le competenze.

"Diamo con piacere il benvenuto a Roberto nel nostro team internazionale - sono state le parole di Alberto Falcione, Vice Presidente Vendite di Targa Telematics -. Riteniamo che la sua conoscenza del settore e le precedenti esperienze sapranno imprimere la giusta accelerata alla nostra crescita in Europa, in particolare nei mercati del Regno Unito e della Francia, dove la nostra società è già presente e intende sviluppare ulteriormente il proprio business".

Leggi anche: I risultati della partnership pluriennale tra Targa Telematics ed Hertz Italia

Laureato in Filosofia, con un Master in Marketing e Comunicazione, Moneda si è dichiarato "particolarmente entusiasta [...]. Targa Telematics è una società in forte crescita e con soluzioni di telematica e smart mobility che un mercato come quello europeo è pronto ad accogliere.

Il mio compito sarà quello di guidare lo sviluppo del business della società e di far conoscere e apprezzare sempre di più le sue innovative soluzioni.".

In festa anche il territorio dello UK (United Kingdom), dove, come anticipato, Targa Telematics rivolgerà una particolare attenzione. L'organico presso l'ufficio della capitale Londra, che opera dalla fine del 2019, è infatti pronto ad accogliere due nuovi manager da destinare alle attività di post-vendita.

Si anticipa infine l'intenzione della tech company di presidiare da vicino, con una sede 'in loco' da aprirsi entro il 2020, anche il mercato spagnolo, considerato ad alto potenziale di sviluppo.

Partner