Il plug in esalta la MeganePresentata a Milano la versione E-Tech Hybrid. E una è "cattivissima"




(descrizione)Megane E-Tech Plug-in Hybrid, la logica evoluzione della berlina di successo di casa Renault. Nulla di ridire sul look, nato e piaciuto subito, tanto è vero che ha consentito una gamma che parte dall’economica da famiglia per arrivare ad una “cattivissima” super-sportiva da 300 cv. Ma è la motorizzazione di questa versione che la rende del tutto nuova. Infatti, al propulsore quattro cilindri a benzina (1,6 litri, 160 Cv)  sono stati affiancati due motori elettrici alimentati da una batteria da 10,4 kWh. Un mix che consente di circolare in modalità puramente elettrica per ben 50 km (ciclo misto WLTP). Inoltre, per favorire al massimo il contenimento dei consumi, l'avviamento della vettura avviene sempre in modalità elettrica. Questa motorizzazione, E-Tech Plug-in Hybrid, consente di abbattere fino al 70% i consumi nel  ciclo urbano e nel ciclo misto di arrivare a valori come 1,3 litri per 100 km, riducendo le emissioni di CO2 fino a 29 g/km (misurazioni WLTP).

 

(descrizione)Tanta coppia e subito

Abbiamo provato la nuova Plug-in in città e su una provinciale. Quello che subito si nota è la capacità di erogare tanta, tanta coppia fin dai primi centimetri. Al semaforo verde questa Megane parte come un missile e, tenendo il cambio in posizione B, le capacità di ricarica si rivelano davvero notevoli. Quindi, se si desidera guidare in modo intelligente e sfruttare al massimo l’elettrico, in città occorre tenere velocità moderate (30/50 all'ora). Questo per utilizzare al meglio la notevole coppia ed evitare al massimo l’intervento del motore termico. 

Buono il raggio di sterzo, il che facilita le manovre in città, ben curati, gli interni, come è ormai prassi della casa francese. Ottimo l’assetto, neutro e piatto, con coricamenti laterali ridottissimi. Megane Plug-in è disponibile dai concessionari a partire da 36.400 Euro.

Partner