casa editrice la fiaccola


Auto a misura di donnaLa rivoluzionaria

Dopo aver conquistato il pubblico femminile con le sue aspirapolveri e i phon super potenti, James Dyson ha deciso di lanciarsi nelle quattro ruote. E sarà un successo

(rubrica a cura di Tiziana Altieri)


L'auto a misura di donna sta per nascere. Sir James Dyson, a un anno dal suo annuncio di voler sviluppare una vettura elettrica, ha dichiarato di aver acquistato a Hullavington, nel centro dell'Inghilterra, un ex campo d'aviazione con tanto di hangar per realizzare un circuito di prova di circa 15 chilometri di lunghezza per la sperimentazione dei nuovi modelli zero emissioni, il primo dei quali dovrebbe essere pronto entro il 2021. 

Perché sono convinta che conquisterà il pubblico femminile? Semplicissimo. Chi se non l'inventore dell'aspirapolvere senza sacchetto e senza fili, dei phon super potenti che rispettano i capelli e dei purificatori per ambienti che abbattono oltre il 99 per cento delle polveri inquinanti può progettare una quattro ruote 'ad hoc' per il pubblico femminile? 

Fra le righe l'inglese ha fatto capire che la sua avveniristica automobile potrebbe avere una forma molto diversa rispetto a quella a cui tutti siamo abituati, ma dagli addetti ricerca e sviluppo dell'azienda (tutti vincolati da obblighi di riservatezza e pare impegnati su oltre 200 progetti) non è ancora trapelato nulla. 

Aria a portata di mano

In attesa del suo lancio sul mercato non ci rimane che immaginarla. Sicuramente avrà meno cavità e interstizi rispetto alle vetture attuali, perché l'uomo che combatte la polvere non si sarà arreso alla possibilità che anche i suoi modelli diventino ricettacolo di sporcizia.

Vogliamo parlare di quello che si trova oggi tra i sedili o nel tunnel centrale? Solo nei film le auto sono sempre perfettamente pulite, fuori e dentro, tanto da potersi appoggiare sul cofano anche con quel favoloso cappotto bianco di Sally Lapointe. 

E poi avrà un piccolo aspiratore in dotazione per la pulizia ordinaria, perché di tempo da perdere all'autolavaggio se ne ha sempre meno. Nell'aletta parasole, oltre allo specchietto, ci sarà un phon per la piega dell'ultimo secondo, quella di emergenza. Del resto, chi non ha ricevuto un invito a un aperitivo per la fashion night milanese subito dopo aver constatato di avere capelli impresentabili?

Infine, l'aria a bordo, calda o fredda, sarà sempre pulita. 

I prodotti a marchio Dyson costano di più rispetto a molta della concorrenza, e anche all'auto elettrica di Sir James potrebbe toccare la stessa sorte. Sono sicura che ne varrà la pena.

Partner