Fleet management: per Berg Insight il riferimento in Europa resta TomTom Telematics

generica-gestione-flotte-aziendali-tom-tom-telematics'Non c'è tre senza quattro'. Il detto popolare si attaglia perfettamente al profilo di TomTom Telematics, Business Unit di TomTom. Grazie al livello dell'attività quotidiana nei settori della gestione delle flotte e dei prodotti/servizi legati all'Internet of Cars (declinazione verticale del più esteso Internet of Things - IoT), la società si è vista riconoscere, ancora una volta, da Berg Insight il titolo di 'maggior fornitore di soluzioni di fleet management in Europa'. Per TomTom Telematics si tratta della riconferma, per il quarto anno consecutivo, da parte dell'azienda che si occupa di analisi di mercato. L'annuncio è stato effettuato nel contesto della cerimonia di presentazione del 13° report 'Fleet Management in Europa'. Alcuni dati estrapolati dal documento, a cui l'industria automotive guarda con attenzione, indicano per i prossimi cinque anni un raddoppio della quota di penetrazione complessiva, sul mercato, delle soluzioni per la gestione della flotte aziendali. Si dovrebbe passare da un 15 per cento rilevato nel 2017 al 28,8 per cento che si prevede sarà raggiunto per il 2022. Un boom che una ventina d'anni forse sarebbe stato difficile immaginale, come ha confermato Thomas Schmidt, Managing Director di TomTom Telematics: "Quando abbiamo iniziato con WEBFLEET, pochi dei nostri clienti avevano sentito parlare del fleet management e dei suoi benefici. La nostra soluzione è ora integrata nei processi operativi dei nostri clienti, aiutandoli a ridurre i costi del carburante, ad aumentare la produttività e a incrementare il numero di commesse completate ogni giorno". La soluzione SaaS (Software as a Service) sviluppata dalla Business Unit ha subito ad oggi "molteplici rinnovamenti che ci hanno permesso di crescere fin dove siamo oggi - ha aggiunto Schmidt -. Attraverso le continue innovazioni, abbiamo dato forma al fleet management in Europa, e siamo impegnati nell’ulteriore sviluppo del mercato".

Colonnina di ricarica Sky Gas & Power ai Cantieri Marina San Giorgio

colonnina-sky-gas-power-cantieri-marina-san-giorgioIl trasporto su gomma incontra quello via mare nell'iniziativa di Sky Gas & Power che ha attivato una colonnina universale per la ricarica delle auto elettriche nelle adiacenze dei Cantieri Marina San Giorgio, a San Giorgio di Nogaro (UD). L'infrastruttura è installata nelle immediate vicinanze del ristorante della darsena. "La sostenibilità deve essere incentivata con azioni concrete", ha commentato Stefano Caldarazzo, fondatore e ceo dell'azienda energetica con base nel capoluogo di provincia friuliano. Si aggiunge così un nuovo pallino sulla mappa che riporta la localizzazione della rete di rifornimento al servizio della Regione. Sky Gas & Power punta a far crescere la cultura ambientale iniziando a porre in essere iniziative legate alla gestione energetica. "Il coinvolgimento dei nostri clienti in questa azione rientra in una precisa politica: promuovere la sostenibiltà attraverso azioni quotidiane, come può essere quella di spostarsi in auto - ha aggiunto Caldarazzo -. L’installazione a San Giorgio di Nogaro prosegue un percorso che abbiamo avviato fin dall’anno scorso in Friuli Venezia Giulia per la diffusione delle colonnine". Nella Regione del Nord-Est si conta già l'infrastruttura attiva presso il ristorante 'Podere dell’Angelo di Pasiano' a Pordenone. Anche il Veneto è stato coinvolto grazie alla colonnina posizionata in corrispondenza dello stabilimento balneare Astoria, a Sottomarina di Chioggia (VE). "Nonostante la mobilità elettrica non sia ancora particolarmente diffusa, sono postazioni che vengono molto utilizzate", ha precisato il fondatore della Sky Gas & Power. La colonnina installata presso i Cantieri Marina San Giorgio presenta un doppio attacco universale da 22 Kw, in linea con le necessità energetiche degli electric vehicles oggi sul mercato. "La mobilità elettrica, che sta trovando spazio anche nel mondo della navigazione, merita di essere incentivata e valorizzata - ha dichiarato Davide Piccinin, a.d. e presidente della struttura navale -. Passaggio fondamentale è però la diffusione di appositi punti di ricarica".

Credits :: Privacy Policy :: Cookie policy

Casa Editrice la fiaccola srl - Via Conca del Naviglio 37, 20123 Milano - Partita IVA: 00722350154